CARITAS DIOCESANA DI PATTI, campagna di raccolta fondi emergenza Coronavirus

È partita la campagna di raccolta fondi “#sosteniAMOci” promossa dalla Caritas Diocesana di Patti.

Sua Eccellenza mons. Guglielmo Giombanco: “Carissimi amici a tutti rivolgo un cordiale saluto. Stiamo vivendo un momento di dura prova a causa dell’emergenza Coronavirus. Molti nostri fratelli e sorelle sono provati da varie sofferenze; sofferenze fisiche ma anche morali. Ma vi sono anche altre sofferenze che generano smarrimento, senso di vuoto, di impotenza, di precarietà della vita. Soprattutto nelle persone più povere e sole, persone che sperimentano fortemente il senso della solitudine. La Caritas Diocesana con tutti i suoi mezzi, con le persone, con il volontariato e quanti a vario titolo sono impegnati e si stanno prodigando per venire in contro alle necessità di questi nostri fratelli. La Chiesa, la comunità dei fedeli è un’unica famiglia e tutti dobbiamo sentirci un’unica comunità che si accorge dei bisogni degli altri. Per questo motivo vi invito a compiere gesti di solidarietà, gesti capaci di esprimere un atto di amore, di attenzione nei confronti di questi nostri fratelli, provati dalla sofferenza perché manca loro il necessario per vivere. E a tal proposito, la Caritas Diocesana ha istituito una raccolta fondi attraverso una piattaforma online. Tutti possiamo aderire. Tutti possiamo dare il nostro contributo, piccolo o grande che sia ma è sempre segno di un gesto di amore e di solidarietà che indebolisce sempre più ogni espressione di indifferenza, di egoismo e di chiusura. Pertanto, vi invito a percepire questo bisogno di solidarietà perché la speranza si affermi sempre più. Oggi vi è un forte deficit di speranza perché vi è una grande crisi di solidarietà. In un momento come questo la solidarietà diventa incoraggiamento gli uni nei confronti degli altri. Perciò vi invito a compiere gesti di donazione attraverso questa piattaforma online e anche attraverso donazioni liberali presso la Caritas Diocesana inviando le offerte tramite il codice Iban. Già la Caritas è attiva attraverso centri di ascolto, aiuti che vengono elargiti attraverso le comunità parrocchiali riguardo ai generi di prima necessità. È importante intensificare quest’opera di solidarietà e di sostegno reciproco perché insieme e uniti possiamo superare questo momento e le varie prove che esso comporta. Grazie a tutti per la vostra generosità e per il vostro impegno nella testimonianza della carità”.

LOCANDINA raccolta fondi

L’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus rischia di trasformarsi in emergenza sociale, aggravando le già esistenti situazioni di povertà.

Numerosi sono i Volontari della Caritas Diocesana di Patti che, giorno dopo giorno, distribuiscono aiuti alimentari e forniscono misure di accompagnamento. Pur con tutte le cautele del caso, non possono venir meno i servizi essenziali a favore dei poveri che le Caritas a livello diocesano e parrocchiale assicura quotidianamente.

Il virus non ha fermato, quindi, i volontari nell’aiutare i bisognosi e tu, con una semplice donazione, puoi dare un piccolo contributo. I fondi ricavati da questa iniziativa serviranno a dare sostengo alle tantissime famiglie in difficoltà economica attraverso l’acquisto di generi alimentari e di prodotti di prima necessità.

È possibile donare sulla piattaforma “GoFundMe” attraverso questo link (https://www.gofundme.com/f/caritas-diocesana-patti-raccolta-fondi-coronavirus?utm_source=customer&utm_medium=copy_link&utm_campaign=p_cf+share-flow-1 o cercando sulla stessa piattaforma “Caritas Diocesana Patti, raccolta fondi Coronavirus) o tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate

IBAN: IT98E0200882380000300112241

Intestato a: Caritas Diocesana di Patti

Causale: Emergenza Coronavirus

INFO www.caritasdioceanapatti.comcaritas.diocesipatti@gmail.com

Emergenza Coronavirus, garantiti dalla Caritas Diocesana di Patti i servizi a favore dei più bisognosi

2.-immagina-copertina

Carissimi Parroci e volontari Caritas,

a seguito delle nuove disposizioni restrittive della Presidenza del Consiglio dei Ministri per arginare il contagio e la diffusione del coronavirus in Italia e a seguito delle disposizioni del nostro Vescovo Mons. Guglielmo Giombanco, gli uffici della Curia resteranno chiusi fino al 3 aprile 2020.

Pur con tutte le cautele e la prudenza del caso, è chiaro che non possono venir meno i servizi essenziali a favore dei poveri che la Caritas assicura a livello diocesano e parrocchiale. Pertanto, la Caritas Diocesana di Patti, nel rispetto delle indicazioni impartite dal Governo, proseguirà con la distribuzione degli alimenti alle diverse Parrocchie ed Associazioni (Organismi Partner Territoriali) che hanno aderito al Programma Operativo I FEAD di distribuzione di aiuti alimentari agli indigenti. Le strutture affiliate che desidereranno ricevere i prodotti Agea potranno contattare telefonicamente gli operatori della Caritas Diocesana preposti a questo servizio per concordare giorno ed orari in modo da evitare assemblamenti.

Esortiamo, pertanto, i tantissimi volontari caritas a proseguire con le consuete attività di distribuzione nelle proprie comunità e a promuovere o sostenere, qualora fosse possibile, iniziative di vicinanza agli anziani soli e agli ammalati.

Invitiamo, altresì, i volontari caritas incaricati al trasporto delle merci, a compilare e portare con sé la documentazione necessaria che abbiamo inviato per e-mail (autocertificazione e atto di delega) e ad informare preventivamente le autorità locali (Sindaci, forze dell’ordine, realtà associative di protezione civile operanti sul territorio, ecc…) che potrebbero offrirvi suggerimenti o soluzioni alternative per il trasporto e la distribuzione dei prodotti cosi da agevolare il vostro servizio.

Ringraziandovi per il vostro indispensabile contributo, porgo i miei più cordiali saluti a voi e alle vostre comunità parrocchiali.

        Patti, 16 marzo 2020                      Il Direttore della Caritas don Leonardo Maimone

3° Incontro di formazione Progetto Housing First Sicilia 2 presso l’Istituto Cristo Re di Messina

SAMSUNG CAMERA PICTURES

Nei giorni 03-04 marzo 2020, presso l’Istituto “Cristo Re” – Congregazione dei Padri Rogazionisti di Messina, si è svolto il 3° Incontro di formazione del progetto “Housing First Sicilia 2” che ha coinvolto i referenti di diverse Diocesi siciliane.
La formazione è stata affidata a Giuseppe Dardes, Coordinatore Network Housing First Italia e responsabile della formazione di fio.PSD e a Ignazio Punzi, formatore Caritas, psicologo e psicoterapeuta familiare.
Le due intense giornate di formazione sono servite per approfondire il ruolo degli operatori e dei volontari nelle Diocesi in una condivisione comune di pratiche, e nel rivedere i principi “Housing First”.
Presente all’incontro formativo Gabriele Miceli, operatore della Caritas Diocesana di Patti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Incontro del Gruppo Regionale Formazione di Caritas Sicilia a Caltanissetta

DSCN9398

Giorno 20 febbraio 2020, presso la Curia Vescovile della Diocesi di Caltanissetta, si è svolto un importante incontro del Gruppo Regionale Formazione di Caritas Sicilia alla presenza di Lucia Surano dell’Ufficio Promozione ed Animazione di Caritas Italiana. Presenti i referenti delle Diocesi di Caltanissetta, Patti, Siracusa, Agrigento, Messina, Ragusa, Piana degli Albanesi e Palermo.

Delegazione Regionale Caritas Sicilia presso il Federico II Palace Hotel di Enna

20200124_132556

Giorno 24 gennaio 2020, presso il Federico II Palace Hotel di Enna, si è riunita la Delegazione Regionale delle Caritas della Sicilia. Durante l’incontro, che ha visto la partecipazione del Vescovo Delegato Mons. Giovanni Accolla e del Delegato Regionale Giuseppe Paruzzo, si è discusso del Piano di Formazione Regionale, del Progetto Policoro, di Housing First, di Servizio Civile e di Migranti. Per la Caritas Diocesana di Patti erano presenti: il Direttore don Leonardo Maimone ed il segretario Andrea Sturniolo.

PRANZO DI SOLIDARIETA’ con il Vescovo di Patti Mons. Guglielmo Giombanco

Progetto senza titolo (14)

Giorno 21 dicembre 2019, presso la Casa di Accoglienza “Sacra Famiglia” di Patti, si è tenuto un pranzo di solidarietà in vista del Santo Natale organizzato dalla Caritas Diocesana di Patti per volontà del Vescovo Mons. Guglielmo Giombanco.

Il pranzo ha visto la partecipazione di oltre un centinaio di persone che sono state accompagnate per l’occasione dai loro rispettivi parroci; ai commensali si sono aggiunti i volontari della Caritas, le Suore Francescane Insegnanti del Terz’Ordine Regolare di San Francesco che gestiscono la struttura e il vescovo Guglielmo che, nel condividere il pasto, ha ribadito il pieno sostegno della Diocesi e della Caritas a favore delle persone che vivono in condizioni di pesante disagio economico e sociale.

Progetto senza titolo (16)

Il nostro Vescovo con questa iniziativa ci invita a sforzarci e a non lasciare nessuno indietro – dichiara il Direttore della Caritas Diocesana don Leonardo Maimone. – Aiutare gli altri è una cosa che ci riempie e ci rende la vita migliore. Il clima familiare che si è creato ha fatto sentire tutti a casa, accolti e voluti bene. Nessuno deve sentirsi abbandonato – conclude don Leonardo – e siamo contenti che quest’anno il nostro abbraccio abbia raggiunto molte persone”.

Al termine del convivio a tutti gli ospiti sono stati offerti in dono alcuni panettoni, della frutta fresca e alcuni regalini per i più piccoli.

Un ringraziamento particolare va a tutti agli operatori e ai volontari della Caritas che hanno allestito la sala, cucinato e servito ai tavoli: Antonella Granata, Antonella Cao, Giovanna Scudieri, Franco Ballato, Tindara Sciammetta, Truglia Giuseppa, Iraci Anna, Manuela Spoto, Sara Scardino, Maria Addeo, Francesca Milone, Gianforte Pietro, Maria Di Giorgio, Andrea Sturniolo e Gabriele Miceli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

PO I FEAD, report sulle famiglie assistite e sui prodotti alimentari distribuiti dalla Caritas Diocesana di Patti

SAMSUNG CAMERA PICTURES
Nella foto da sx a dx: il Direttore don Leonardo Maimone, il Segretario Andrea Sturniolo e le operatrici caritas: Maria Addeo, Francesca Milone e Sara Scardino. 

La Caritas Diocesana di Patti, da diversi anni, aderisce al Programma Europeo per la fornitura di prodotti alimentari e/o assistenza materiale di base alle persone in condizioni di povertà (PO I FEAD), programma gestito in Italia da AGEA (Agenzia per le erogazioni in agricoltura) ente statale strumentale al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. La Caritas Diocesana, in quanto Organismo Partner Capofila, coordina le attività di stoccaggio e distribuzione dei prodotti alle diverse Parrocchie affiliate (Organismi Partner Territoriali) che a loro volta, attraverso il prezioso lavoro dei parroci e dei numerosi volontari distribuiscono gli aiuti alimentari e offrono misure di accompagnamento sociale.

20191021_133632 - Copia

All’inizio di quest’anno il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha presentato alle diverse OpC italiane, nel corso di alcuni incontri formativi, la nuova Piattaforma SIFEAD, piattaforma creata col fine di garantire la massima trasparenza e semplificazione nella gestione del Fondo di Aiuti Europei agli indigenti. Attraverso questa piattaforma, infatti, sarà possibile monitorare le attività svolte ed in particolare calcolare: la quantità, la tipologia di prodotti alimentari e il numero di pacchi distribuiti alle persone indigenti, il numero ed il profilo delle persone beneficiarie degli aiuti e le misure di accompagnamento svolte nel corso delle distribuzioni alimentari. Dallo scorso mese di novembre è attiva anche una sezione SAMSUNG CAMERA PICTURESrelativa alla gestione del magazzino, che renderà molto più semplici e trasparenti anche le attività di stoccaggio e distribuzione dei prodotti.

Gli operatori ed i volontari della Caritas Diocesana, nel corso di questo 2019, sono stati impegnati nella presentazione di questa nuova piattaforma e delle relative istruzioni operative alle strutture affiliate. Diversi sono stati, infatti, i momenti formativi organizzati presso l’aula formativa dell’Ufficio Coordinamento Caritas sito nei locali della Chiesa San Francesco d’Assisi di Sant’Agata Militello e che hanno visto la partecipazione di oltre 100 volontari provenienti dai 6 vicariati della Diocesi di Patti.

Lo scorso 30 novembre, si sono chiusi i termini per la presentazione delle domande di affiliazioni e per il 2020 saranno 31 le strutture affiliate alla Caritas Diocesana di Patti SAMSUNG CAMERA PICTURESdistribuite in 24 Comuni della Diocesi. Grazie all’attività degli operatori della Caritas Diocesana, alla disponibilità dei parroci e dei volontari delle diverse strutture è stato possibile aiutare, secondo i dati raccolti limitatamente al Programma PO I FEAD e relativi all’anno 2018, 728 famiglie per un totale di 2.746 soggetti cosi classificati: suddivisione per genere: 1.237 (donne) e 1.509 (uomini); suddivisione per età: 570 (meno di 15 anni), 1.968 (tra 16 e i 64 anni), 208 (più di 64 anni) e suddivisione per altre tipologie di condizioni: 308 (migranti), 18 (disabili) e 21 (senza dimora).

I pacchi FEAD consegnati sono stati, invece, 8.105 per un totale di prodotti distribuiti pari a 179.643 pezzi (pasta, riso, biscotti, formaggio, zucchero, tonno in scatola, carne in scatola, legumi, olio, confetture, latte e salsa di pomodoro) che corrispondono a circa 93.500 chili.

2° Incontro di formazione Progetto Housing First Sicilia 2 presso il Museo Diocesano di Catania

DSCN9387

Giorno 18 dicembre 2019, presso il Museo Diocesano di Catania, si è svolto il 2° Incontro di formazione Progetto Housing First Sicilia 2 a cura di Caritas Sicilia che ha visto la partecipazione dei referenti del progetto di 14 diocesi siciliane.

Dopo i saluti del Direttore della Caritas di Catania don Piero Galvano e del Direttore della Caritas di Ragusa, nonché vice-presidente nazionale di fio.PSD Domenico Leggio, l’incontro formativo dal titolo Tra innovazione scientifica, strumenti di lavoro e ricercaè stato affidato a Caterina Cortese Responsabile Osservatorio fio.PSD, Studio, Ricerca e Promozione Culturale. Nel corso della mattinata sono stati presentati e consegnati ai partecipanti 3 testi della collana promossa da fio.PSD Povertà e Percorsi di Innovazione Sociale: 1. Prima la casa. La sperimentazione Housing First in Italia; 2. Housing First. Una storia che cambia le storie; 3. Scenari e pratiche dell’Housing First: una nuova via dell’accoglienza per la grave emarginazione adulta in Italia.

Nel pomeriggio, invece, sono stati presentati gli strumenti di presa in carico dei beneficiari inseriti e di monitoraggio e valutazione del percorso HF: Cassandra (scheda di monitoraggio), Rossella (strumento di autovalutazione), Onda del cambiamento (strumento di valutazione degli interventi) e Osvaldo (strumento informatico di rilevazione e analisi delle risorse e dei costi). 

Presenti all’incontro formativo anche due operatori della Caritas Diocesana di Patti: Andrea Sturniolo Gabriele Miceli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Incontro di formazione sul nuovo gestionale di magazzino SIFEAD per gli Organismi Partner Territoriali affiliati alla Caritas Diocesana di Patti

Da sx a dx: don Leonardo Maimone, Andrea Sturniolo, Maria Addeo, Francesca Milone e Sara Scardino.

Giorno 28 novembre 2019, presso l’Ufficio Coordinamento della Caritas Diocesana di Patti, sito nei locali della Chiesa San Francesco d’Assisi di Sant’Agata Militello, si è tenuto un incontro formativo riservato esclusivamente agli Organismi Partner Territoriali (OpT) affiliate alla Caritas Diocesana di Patti (OpC), durante il quale è stato illustrato il nuovo gestionale di magazzino, che sarà accessibile sempre attraverso la piattaforma SIFEAD.

I volontari delle diverse OpT hanno avuto la possibilità di esercitarsi su una piattaforma provvisoria attivata negli scorsi giorni dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali proprio con la finalità di accompagnare le strutture nel processo di adozione del nuovo sistema di magazzino digitale.

All’incontro erano presenti: il Direttore della Caritas Diocesana di Patti don Leonardo Maimone, le operatrici caritas Maria Addeo, Sara Scardino e Francesca Milone ed i volontari caritas Andrea Sturniolo e Gabriele Miceli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Convegno Regionale sul tema “Accoglienza, Dialogo, Annuncio nella forma della Carità in una Chiesa sinodale” a cura di Caritas, Migrantes, Missio ed Ecumenismo

Nei giorni 22 e 23 novembre 2019, presso l’Hotel Federico II di Enna si è svolto il Convegno Regionale sul tema “Accoglienza, Dialogo, Annuncio nella forma della Carità in una Chiesa sinodale” promosso dagli uffici regionali per l’Ecumenismo e il dialogo interreligioso, Caritas, Migrazioni e Missioni.

Dopo la preghiera ed i saluti di Mons. Rosario Gisana, Vescovo di Piazza Armerina e delegato per la Cooperazione Missionaria tra le Chiese, si è passati alla presentazione del Convegno a cura di Mario Affronti; a seguire le relazioni di Mons. Rino La Delfa sulla sinodalità della Chiesa e di don Massimo Naro sul vissuto della Chiesa sull’accoglienza. Lo stesso Naro ha dato anche lettura dei risultati del questionario a cui i diversi uffici di ciascuna Diocesi siciliana negli scorsi mesi avevano dato risposta.

DSCN9360

La prima giornata si è conclusa con il dibattito in sala con i relatori, moderato da don Francesco De Domenico e con la Celebrazione Eucaristica presieduta da Mons. Giovanni Accolla, Vescovo di Messina e delegato per la Carità e la Salute.

La seconda giornata, invece, si è aperta con la Celebrazione delle Lodi guidata da Mons. Antonio Staglianò, Vescovo di Noto e delegato per le Migrazioni. Dopo il momento iniziale di preghiera è intervenuto don Cosimo Scordato sulle diverse declinazioni della sinodalità. Il convegno si è concluso con alcuni interventi dei presenti e con un momento di preghiera conclusivo guidato da Mons. Domenico Magavero, Vescovo di Mazzara del Vallo e delegato per l’Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso.

Per la Diocesi di Patti erano presenti: don Leonardo Maimone e Andrea Sturniolo (Ufficio Caritas), Salvino Franchina e suor Maria de Jesus (Ufficio Migrantes), don Ciro Lo Cicero (Missioni) e don Ciro Versaci e suor Katia Vecchini (Ecumenismo e dialogo interreligioso).

Per leggere l’articolo di Chiese di Sicilia cliccate qui.

Questo slideshow richiede JavaScript.