Madagascar – Scuola Saint Michel di Andrangy: il grazie della comunità malgascia alla Diocesi di Patti.

SAMSUNG CAMERA PICTURES
don Michel Ranaivo, Mons. Guglielmo Giombanco e don Leonardo Maimone

La Caritas-Ufficio Migrantes e il Centro Missionario della Diocesi di Patti, di comune accordo con il Vescovo Mons. Guglielmo Giombanco, nello scorso anno, hanno deciso di promuovere durante il periodo di Quaresima una raccolta fondi da destinare all’acquisto di arredo scolastico a beneficio di una scuola sita a Andrangy in Madagascar; come segno di comunione la raccolta è stata consegnata Giovedì Santo (giorno 18 aprile 2019) da un rappresentante di ogni Parrocchia nelle mani del Vescovo durante la Messa Crismale che è stata celebrata nella Concattedrale di Patti.  La raccolta ha visto la partecipazione di 60 Parrocchie della Diocesi.

A distanza di un anno dall’inizio dei lavori arriva una nota di ringraziamento della comunità malgascia al Vescovo Mons. Guglielmo Giombanco e a tutta la Diocesi di Patti per il loro prezioso sostegno e contributo.

«Don Michel Ranaivo, gli alunni, i loro genitori e gli insegnanti della Scuola “Saint Michel” in Madagascar desiderano ringraziare S. E. Mons. Guglielmo Giombanco, Vescovo della Diocesi di Patti, la Caritas Diocesana, tutti i Sacerdoti, tutte le Parrocchie e le Famiglie della diocesi pattese che con una loro donazione hanno contribuito all’acquisto degli arredamenti scolastici (libri, banchi, sedie), alla realizzazione del campo sportivo di basket e alla costruzione di una parte delle mura di recinzione dell’istituto scolastico. Grazie di cuore a tutti Voi. Dio ricco di ogni bene ve ne ricompensi col centuplo».

(don Ranaivo Michel, gli alunni e i loro genitori, gli insegnanti della scuola “Saint Michel”).

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

37° Formazione Nazionale del Progetto Policoro in modalità e-learning per gli Animatori di Comunità di tutta Italia

Immagineefef

Dal 13 al 16 maggio 2020 si è tenuta la 37° Formazione Nazionale del Progetto Policoro, in modalità e-learning e a cura della Scuola di Economia Civile, che ha coinvolto gli Animatori di Comunità di tutta Italia.

Nella prima giornata di formazione (13 maggio), la mattina è iniziata con la Lectio di don Bruno Bignami, direttore dell’Ufficio Nazionale per i Problemi Sociali e il Lavoro della #Cei ed è proseguita con l’intervento del prof. Stefano Zamagni, professore di Economia Politica all’Università di Bologna. Successivamente, il dott. Ivan Vitali ha introdotto agli AdC di secondo anno, le basi del business plan.

La seconda giornata di formazione (14 maggio) ha preso il via con la Lectio di suor LocandinaAmanda Parente ed è proseguita con i lavori nelle aule virtuali. Nel primo pomeriggio, dopo la conclusione dei lavori con il dott. Ivan Vitali, gli AdC di secondo anno hanno approfondito gli strumenti dell’équipe diocesana con i formatori Sandro Mauro e Monica Tripodi.

La terza giornata di formazione (15 maggio) è iniziata con la Lectio di don Flavio Luciano, direttore dell’Ufficio Regionale per i Problemi Sociali e il Lavoro – Piemonte ed è proseguita con i lavori nelle aule virtuali. Nel pomeriggio, la dott.ssa Sabrina Bonomi ha trattato, con gli AdC di secondo anno, il tema “Organizzazioni ponte per il bene comune”.

Nella quarta e ultima giornata di formazione (16 maggio), la mattina è iniziata con la Lectio di don Sergio Siracusano, direttore dell’Ufficio Regionale per i Problemi Sociali e il Lavoro – Sicilia ed è proseguita con i lavori nelle aule virtuali. Nel pomeriggio, dopo la conclusione dei lavori per anno di mandato, tutti gli Animatori si sono riuniti in Plenaria virtuale con i formatori per le conclusioni e per i saluti di rito.

Questo slideshow richiede JavaScript.

COVID-19 e immigrazione, misure di sostegno e educazione finanziaria: il ruolo del mondo bancario e della chiesa italiana

cni per slide shw

Un approfondimento sulle soluzioni messe in campo per famiglie e imprese per fare fronte alle conseguenze della diffusione del Covid-19. È con questo obiettivo che FEduF, nata su iniziativa dell’Abi, e Caritas Italiana hanno dato vita ad un evento online di confronto e condivisione con gli operatori del terzo settore. L’appuntamento, che è stato promosso con il contributo dell’Abi e la partecipazione delle Associazioni dei Consumatori, è stato un’occasione per mettere a fattore comune le esperienze maturate
sui temi della educazione finanziaria e le misure promosse dal mondo bancario e dalla Chiesa italiana – anche attraverso Caritas Italiana, a favore delle persone che si sono trovate in condizioni di difficoltà, con un approfondimento dedicato ai cittadini stranieri che oggi risiedono nel nostro Paese.

L’iniziativa nasce dall’impegno condiviso tra mondo bancario e organizzazioni, enti ed istituzioni, di sostenere le diverse realtà diffuse sul territorio, una sinergia che si esprime anche a livello istituzionale attraverso il lavoro svolto dall’Associazione bancaria con Caritas nell’ambito del tavolo di dialogo dedicato al tema dell’inclusione finanziaria, istituito in sede Abi, e attraverso il dialogo e il confronto costante con le Associazioni dei Consumatori.

È questo il tempo di unire gli sforzi per far fronte agli effetti sanitari e sociali della pandemia in atto – commenta Don Francesco Soddu, Direttore Caritas Italiana – Questa responsabilità è di tutti, per evitare che siano i poveri, gli ultimi, gli emarginati e gli indifesi a pagare il prezzo più alto della crisi”.

Questo momento di confronto nasce dalla volontà di mettere insieme le diverse esperienze e le diverse sensibilità, con l’obiettivo di illustrare come il mondo bancario, fin da subito, ha svolto un ruolo proattivo nella messa in campo di strumenti a sostegno delle famiglie e delle imprese danneggiate dall’attuale emergenza epidemiologica” ha dichiarato il Vice Direttore Generale Abi, Gianfranco Torriero.

E’ fatto di attualità l’urgenza di intervenire a supporto della fascia di popolazione in situazione di vulnerabilità economica e si colloca infatti in questo ambito l’evento online che pone la collaborazione come chiave fondamentale per contribuire a dare una risposta concreta alla richiesta di educazione finanziaria, specie per le fasce sociali più fragili. “Da molti anni FEduF e Associazioni dei consumatori collaborano per realizzare contenuti di educazione finanziaria facilmente fruibili dai cittadini poco avvezzi ai temi economici e finanziari e l’incontro di oggi è dedicato proprio alla condivisione di quanto è stato fatto per trasferire le necessarie competenze di educazione finanziaria a chi partecipa all’evento” – ha dichiarato Giovanna Boggio Robutti, Direttore Generale di FEduF.

cura i tuoi soldi logo

Le Associazioni dei Consumatori – commenta Laura Pulcini, Vice – Presidente ADOC – collaborano da più di un decennio con il mondo bancario sui temi dell’educazione finanziaria e nel 2017 hanno accolto con grande favore la proposta della FEduF di lavorare ad un progetto quadro triennale diretto a supportare gli operatori del terzo settore che sono a contatto con le persone con maggior fragilità economica e dunque sociale”.

All’incontro virtuale erano presenti anche gli operatori della Caritas Diocesana di Patti: Andrea Sturniolo e Gabriele Miceli. 

 

Incontro di formazione regionale per gli Animatori di Comunità del Progetto Policoro delle diocesi siciliane

11

Nei giorni 08-09 maggio 2020, si è svolto un incontro di formazione regionale online che ha coinvolto gli Animatori di Comunità del Progetto Policoro delle Diocesi siciliane.

La prima giornata di formazione è servita per riflettere, tutti insieme, sulla realtà dei territori alla luce dell’attuale emergenza sanitaria (Covid-19) e sociale.

La seconda giornata di formazione ha visto come protagonisti il dott. Turi Belfiore e il dott. Mario Filippello, entrambi per il CNA Sicilia

Il Progetto Policoro non si ferma!

CARITAS DIOCESANA DI PATTI, campagna di raccolta fondi emergenza Coronavirus

È partita la campagna di raccolta fondi “#sosteniAMOci” promossa dalla Caritas Diocesana di Patti.

Sua Eccellenza mons. Guglielmo Giombanco: “Carissimi amici a tutti rivolgo un cordiale saluto. Stiamo vivendo un momento di dura prova a causa dell’emergenza Coronavirus. Molti nostri fratelli e sorelle sono provati da varie sofferenze; sofferenze fisiche ma anche morali. Ma vi sono anche altre sofferenze che generano smarrimento, senso di vuoto, di impotenza, di precarietà della vita. Soprattutto nelle persone più povere e sole, persone che sperimentano fortemente il senso della solitudine. La Caritas Diocesana con tutti i suoi mezzi, con le persone, con il volontariato e quanti a vario titolo sono impegnati e si stanno prodigando per venire in contro alle necessità di questi nostri fratelli. La Chiesa, la comunità dei fedeli è un’unica famiglia e tutti dobbiamo sentirci un’unica comunità che si accorge dei bisogni degli altri. Per questo motivo vi invito a compiere gesti di solidarietà, gesti capaci di esprimere un atto di amore, di attenzione nei confronti di questi nostri fratelli, provati dalla sofferenza perché manca loro il necessario per vivere. E a tal proposito, la Caritas Diocesana ha istituito una raccolta fondi attraverso una piattaforma online. Tutti possiamo aderire. Tutti possiamo dare il nostro contributo, piccolo o grande che sia ma è sempre segno di un gesto di amore e di solidarietà che indebolisce sempre più ogni espressione di indifferenza, di egoismo e di chiusura. Pertanto, vi invito a percepire questo bisogno di solidarietà perché la speranza si affermi sempre più. Oggi vi è un forte deficit di speranza perché vi è una grande crisi di solidarietà. In un momento come questo la solidarietà diventa incoraggiamento gli uni nei confronti degli altri. Perciò vi invito a compiere gesti di donazione attraverso questa piattaforma online e anche attraverso donazioni liberali presso la Caritas Diocesana inviando le offerte tramite il codice Iban. Già la Caritas è attiva attraverso centri di ascolto, aiuti che vengono elargiti attraverso le comunità parrocchiali riguardo ai generi di prima necessità. È importante intensificare quest’opera di solidarietà e di sostegno reciproco perché insieme e uniti possiamo superare questo momento e le varie prove che esso comporta. Grazie a tutti per la vostra generosità e per il vostro impegno nella testimonianza della carità”.

LOCANDINA raccolta fondi

L’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus rischia di trasformarsi in emergenza sociale, aggravando le già esistenti situazioni di povertà.

Numerosi sono i Volontari della Caritas Diocesana di Patti che, giorno dopo giorno, distribuiscono aiuti alimentari e forniscono misure di accompagnamento. Pur con tutte le cautele del caso, non possono venir meno i servizi essenziali a favore dei poveri che le Caritas a livello diocesano e parrocchiale assicura quotidianamente.

Il virus non ha fermato, quindi, i volontari nell’aiutare i bisognosi e tu, con una semplice donazione, puoi dare un piccolo contributo. I fondi ricavati da questa iniziativa serviranno a dare sostengo alle tantissime famiglie in difficoltà economica attraverso l’acquisto di generi alimentari e di prodotti di prima necessità.

È possibile donare sulla piattaforma “GoFundMe” attraverso questo link (https://www.gofundme.com/f/caritas-diocesana-patti-raccolta-fondi-coronavirus?utm_source=customer&utm_medium=copy_link&utm_campaign=p_cf+share-flow-1 o cercando sulla stessa piattaforma “Caritas Diocesana Patti, raccolta fondi Coronavirus) o tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate

IBAN: IT98E0200882380000300112241

Intestato a: Caritas Diocesana di Patti

Causale: Emergenza Coronavirus

INFO www.caritasdioceanapatti.comcaritas.diocesipatti@gmail.com

Emergenza Coronavirus, garantiti dalla Caritas Diocesana di Patti i servizi a favore dei più bisognosi

2.-immagina-copertina

Carissimi Parroci e volontari Caritas,

a seguito delle nuove disposizioni restrittive della Presidenza del Consiglio dei Ministri per arginare il contagio e la diffusione del coronavirus in Italia e a seguito delle disposizioni del nostro Vescovo Mons. Guglielmo Giombanco, gli uffici della Curia resteranno chiusi fino al 3 aprile 2020.

Pur con tutte le cautele e la prudenza del caso, è chiaro che non possono venir meno i servizi essenziali a favore dei poveri che la Caritas assicura a livello diocesano e parrocchiale. Pertanto, la Caritas Diocesana di Patti, nel rispetto delle indicazioni impartite dal Governo, proseguirà con la distribuzione degli alimenti alle diverse Parrocchie ed Associazioni (Organismi Partner Territoriali) che hanno aderito al Programma Operativo I FEAD di distribuzione di aiuti alimentari agli indigenti. Le strutture affiliate che desidereranno ricevere i prodotti Agea potranno contattare telefonicamente gli operatori della Caritas Diocesana preposti a questo servizio per concordare giorno ed orari in modo da evitare assemblamenti.

Esortiamo, pertanto, i tantissimi volontari caritas a proseguire con le consuete attività di distribuzione nelle proprie comunità e a promuovere o sostenere, qualora fosse possibile, iniziative di vicinanza agli anziani soli e agli ammalati.

Invitiamo, altresì, i volontari caritas incaricati al trasporto delle merci, a compilare e portare con sé la documentazione necessaria che abbiamo inviato per e-mail (autocertificazione e atto di delega) e ad informare preventivamente le autorità locali (Sindaci, forze dell’ordine, realtà associative di protezione civile operanti sul territorio, ecc…) che potrebbero offrirvi suggerimenti o soluzioni alternative per il trasporto e la distribuzione dei prodotti cosi da agevolare il vostro servizio.

Ringraziandovi per il vostro indispensabile contributo, porgo i miei più cordiali saluti a voi e alle vostre comunità parrocchiali.

        Patti, 16 marzo 2020                      Il Direttore della Caritas don Leonardo Maimone

3° Incontro di formazione Progetto Housing First Sicilia 2 presso l’Istituto Cristo Re di Messina

SAMSUNG CAMERA PICTURES

Nei giorni 03-04 marzo 2020, presso l’Istituto “Cristo Re” – Congregazione dei Padri Rogazionisti di Messina, si è svolto il 3° Incontro di formazione del progetto “Housing First Sicilia 2” che ha coinvolto i referenti di diverse Diocesi siciliane.
La formazione è stata affidata a Giuseppe Dardes, Coordinatore Network Housing First Italia e responsabile della formazione di fio.PSD e a Ignazio Punzi, formatore Caritas, psicologo e psicoterapeuta familiare.
Le due intense giornate di formazione sono servite per approfondire il ruolo degli operatori e dei volontari nelle Diocesi in una condivisione comune di pratiche, e nel rivedere i principi “Housing First”.
Presente all’incontro formativo Gabriele Miceli, operatore della Caritas Diocesana di Patti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Incontro di formazione regionale per gli Animatori di Comunità del Progetto Policoro delle diocesi siciliane ad Enna

87385316_1560404967441525_4685874238366679040_nNei giorni 21-22 febbraio 2020, presso il Federico II Palace Hotel di Enna, si è svolto un Incontro di Formazione Regionale che ha coinvolto gli Animatori di Comunità del Progetto Policoro delle Diocesi siciliane.
Nella prima giornata di formazione, il formatore dott. Daniele Amorosino di Confcooperative ha trattato il tema “economia ed impresa”.
Nella seconda giornata di formazione, il dott. Turi Belfiore e il dott. Andrea Milazzo del CNA hanno approfondito il tema “legislazione locale del mercato del lavoro: conoscenza del mercato del lavoro locale e delle agenzie attive”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Incontro del Gruppo Regionale Formazione di Caritas Sicilia a Caltanissetta

DSCN9398

Giorno 20 febbraio 2020, presso la Curia Vescovile della Diocesi di Caltanissetta, si è svolto un importante incontro del Gruppo Regionale Formazione di Caritas Sicilia alla presenza di Lucia Surano dell’Ufficio Promozione ed Animazione di Caritas Italiana. Presenti i referenti delle Diocesi di Caltanissetta, Patti, Siracusa, Agrigento, Messina, Ragusa, Piana degli Albanesi e Palermo.

Delegazione Regionale Caritas Sicilia presso il Federico II Palace Hotel di Enna

20200124_132556

Giorno 24 gennaio 2020, presso il Federico II Palace Hotel di Enna, si è riunita la Delegazione Regionale delle Caritas della Sicilia. Durante l’incontro, che ha visto la partecipazione del Vescovo Delegato Mons. Giovanni Accolla e del Delegato Regionale Giuseppe Paruzzo, si è discusso del Piano di Formazione Regionale, del Progetto Policoro, di Housing First, di Servizio Civile e di Migranti. Per la Caritas Diocesana di Patti erano presenti: il Direttore don Leonardo Maimone ed il segretario Andrea Sturniolo.