CONVEGNO: “Verso la Settimana Sociale di Taranto. Lo sviluppo della Sicilia nell’equilibrio tra aree interne e costiere, per creare opportunità di lavoro a partire dalle risorse tecnologiche e ambientali”

Giorno 18 settembre 2021, presso l’Hotel Riviera di Pergusa (EN), si è tenuto un convengo in vista della 49esima Settimana Sociale dei Cattolici Italiani di Taranto dal titolo: “Verso la Settimana Sociale di Taranto. Lo sviluppo della Sicilia nell’equilibrio tra aree interne e costiere, per creare opportunità di lavoro a partire dalle risorse tecnologiche e ambientali”.

Dopo i saluti iniziali di mons. Giuseppe Marciante, vescovo della Diocesi di Cefalù e delegato CESi per i Problemi sociali e il Lavoro, e di don Giuseppe Rabita, direttore della Segreteria pastorale della Conferenza episcopale siciliana, e dopo l’introduzione del direttore regionale dell’Ufficio, don Sergio Siracusano, è intervenuto il prof. Antonio La Spina, consigliere SVIMEZ e docente di Sociologia alla LUISS.

Successivamente, in assemblea, sono state presentate alcune esperienze diocesane sviluppate attorno ai temi di ambiente-lavoro-futuro e si è discusso in merito ai contributi diocesani, sintetizzati in un documento di approfondimento regionale.

Nella seconda parte del convegno, avvincente tavola rotonda con i referenti di CISL, CNA, Confcooperative, MCL, Salesiani per il Sociale (Filiera Policoro). A moderare il dibattito la giornalista Alessandra Turrisi.

Al Convegno erano presenti, oltre ai delegati delle diocesi: i direttori di Pastorale sociale e del lavoro delle diciotto diocesi della Sicilia, gli animatori del Progetto Policoro, i membri dell’Osservatorio socio-economico regionale, gli Enti della filiera, una rappresentanza siciliana dei giovani di “Economy of Francesco” e il direttivo della Consulta Regionale delle Aggregazioni Laicali.

Per la Diocesi di Patti erano presenti: padre Antonio Mancuso, Andrea Sturniolo, Gabriele Miceli, Dario Botta, Teresa Maniaci.

Per l’articolo completo visita il sito della Conferenza Episcolpale Siciliana clicca qui.

Campo Scuola Nazionale Progetto Policoro (Troina 25 – 28 agosto)

Nei giorni 25 – 28 agosto 2021 si è svolto, a Troina (EN), il Campo Scuola Nazionale del Progetto Policoro dal titolo: “Dal sogno al gesto… concreto”.

Nel pomeriggio della prima giornata di formazione (25 agosto), dopo i consueti saluti iniziali, sono stati presentati i contenuti e i promotori del campo estivo (Banca Etica, BCC – Banca di Credito Cooperativo e Progetto Policoro). Nella serata si è svolto un momento di convivialità.

La seconda giornata di formazione (26 agosto) è iniziata con l’introduzione della dott.ssa Marzia Carrubba, Animatrice Senior della Diocesi di Nicosia, e con gli interventi della dott.ssa Claudia Ciccia, Direttrice della Filiale di Banca Etica di Palermo, e del dott. Marco Reggio, Segretario generale Fondazione Tertio Millennio. Nel pomeriggio, dopo un intenso contributo del dott. Tommaso Calamia, coordinatore Team Turismo e Cultura dell’Arcidiocesi di Palermo, gli AdC si sono divisi in gruppi per avviare i lavori dei laboratori tematici.

Nella mattina della terza giornata di formazione (27 agosto) gli AdC, dopo aver concluso i lavori nei laboratori tematici, hanno presentato i rispettivi progetti in plenaria. Nel pomeriggio, invece, ricco momento di condivisione con le testimonianze di alcuni imprenditori siciliani: Alice Natalello (Anthos srl); Alessio Planeta (Planeta Vini); Patrizia Di Dio (La Vie En Rose). Dopo i succitati interventi, gli AdC hanno visitato l’azienda “Agrima Bio”.

Nella quarta e ultima giornata di formazione (28 agosto), tavola rotonda con gli enti partner nazionali e regionali del Progetto Policoro. Sono intervenuti: il dott. Marco Reggio, Fondazione Tertio Millennio; il dott. Pino Ortolano, Confcooperative Sicilia; il dott. Simone Grillo, Banca Etica; il dott. Fabio Gioia, Confcommercio; la dott.ssa Rosanna Laplaca, CISL; don Giovanni D’Andrea, Salesiani di Sicilia; il dott. Roberto Cassata, UniCredit. Ed infine, nel pomeriggio, i consueti momenti di riflessione finale che hanno sancito la conclusione del campo.

Presenti per la Diocesi di Patti: Gabriele Miceli (Adc 3° anno) e Dario Botta (Adc 1° anno).

Incontro on line organizzato dall’Ufficio Nazionale Cei per la Pastorale delle persone con disabilità

Giorno 26 luglio 2021, si è svolto un incontro online, organizzato dal Ufficio Nazionale Cei per la Pastorale delle persone con disabilità, che ha coinvolto i diversi delegati delle Diocesi italiane.

Dopo i saluti iniziali di Suor Veronica Donatello, responsabile del Servizio Cei per la Pastorale delle Persone con Disabilità, è intervenuto Monsignor Giuseppe Baturi, Arcivescovo di Cagliari e Vicepresidente CEI, sul tema “Il Regolamento del Servizio – come avviare, gestire e accompagnare le nostre Diocesi”.

Nella seconda parte dell’incontro è intervenuto Monsignor Valentino Bulgarelli, Sottosegretario CEI e Direttore UCN e ISSR, sul tema “Il Cammino Sinodale e il Servizio Nazionale per la Pastorale delle Persone con Disabilità”.

Nella terza e ultima parte dell’incontro è intervenuto Vincenzo Corrado, Direttore dell’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni sociali, sul tema “Come e con chi comunicare?”.

Presenti per la Diocesi di Patti, il dott. Nino Zampino, la dott.ssa Simona Ceraolo e il dott. Gabriele Miceli.

Delegazione Regionale Caritas Sicilia presso il Federico II Palace Hotel di Enna

Giorno 14 luglio 2021, presso il Federico II Palace Hotel di Enna, si è riunita la Delegazione Regionale delle Caritas della Sicilia. Durante l’incontro, presieduto dal Delegato Regionale Giuseppe Paruzzo, si è discusso di programmazione del nuovo anno pastorale e delle nuove progettualità di Caritas Italiana. Per la Caritas Diocesana di Patti erano presenti: il segretario Andrea Sturniolo ed il volontario Gabriele Miceli.

Al termine dell’incontro ciascuna caritas diocesana presente ha potuto ritirare igienizzanti in vari formati donati a Caritas Sicilia dalla Pattenon Cosmetics.

III Convegno Diocesano per le persone con disabilità presso il Villaggio della Speranza nel Comune di Gioiosa Marea

Si è svolto il 12 e 13 luglio 2021, presso il Villaggio della Speranza nel Comune di Gioiosa Marea, il III Convegno Diocesano per le persone con disabilità dal titolo “La persona con disabilità nella comunità cristiana: occasione o tentazione?” promosso dalla Diocesi di Patti con la collaborazione degli uffici diocesani caritas, catechistico e liturgico e della “Fondazione Villaggio della Speranza – Il Dopo di Noi Onlus”.

Il convegno, presieduto dal Vescovo di Patti Mons. Guglielmo Giombanco, ha visto la partecipazione di sacerdoti, religiose, responsabili parrocchiali dei gruppi caritas, famiglie con figli disabili, responsabili di associazioni che si occupano di persone disabili e che operano quotidianamente nel territorio diocesano (Anffas, Unitalsi, Azione Cattolica, ecc…).

I lavori delle due giornate sono stati condotti da don Fabio Marella vicedirettore della Caritas Diocesana di Firenze, responsabile O.d.a. Firenze e Cappellano dell’Ospedale Meyer di Firenze.

Hanno moderato gli incontri il Dott. Antonino Zampino nella prima giornata e la Dott.ssa Anna Zampino il secondo giorno. Sono seguite le testimonianze di Salvatore e Loredana Maniaci e della dott.ssa Simona Ceraolo.

Al termine dei lavori il Vescovo ha consegnato ad ogni partecipante una farfalla, realizzata nel laboratorio di ceramica dai giovani dell’Anffas, come segno e impegno per ogni partecipante di volare verso la meta della piena inclusione di ogni persona nella comunità di appartenenza.

Per approfondimenti sul convegno e sulle attività ed i progetti del Villaggio della Speranza cliccate qui.

Per rivedere gli interventi dei relatori della prima giornata cliccate qui.

Per rivedere gli interventi dei relatori della seconda giornata cliccate qui.

Papa Francesco in occasione dei 50° anni di Caritas italiana: “Partire dagli ultimi, custodire lo stile del Vangelo, sviluppare la creatività“

I membri della delegazione regionale Caritas Sicilia

In occasione del 50° di Caritas Italiana si sono svolti due eventi che hanno coinvolto le 218 Caritas diocesane d’Italia; oltre mille persone, tra cui moltissimi giovani, hanno raggiunto la Capitale per partecipare a questa importante ricorrenza che cade in un momento caratterizzato dalla pandemia, che, oltre ad averci messo tutti a dura prova, sta davvero cambiando il mondo.

Venerdì 25 giugno 2021 dalle ore 16.00 alle ore 18.00 presso la Basilica di San Paolo fuori le Mura a Roma si è svolto un momento di preghiera che ha ripercorso attraverso testimonianze i 50 anni di storia di Caritas Italiana, a partire dai ricchi frutti del Concilio Vaticano II. E’ intervenuto S.Em.za card. Luis Antonio Tagle, Prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli e Presidente di Caritas Internationalis. Qui il video dell’incontro.

Sabato 26 giugno 2021 dalle ore 9.00 alle ore 13.00 presso l’Aula Paolo VI (Città del Vaticano) i delegati delle 218 Caritas Diocesane hanno partecipato all’Udienza con il Santo Padre.

Nell’attesa dell’arrivo di Papa Francesco c’è stato un momento di fraternità e di riflessioni condivise dalle diverse delegazioni regionali con focus sul percorso biennale realizzato verso il 50° di Caritas Italiana. A portare i saluti al Santo Padre, il Presidente della CEI Card. Gualtiero Bassetti, il Presidente di Caritas Italiana Mons. Carlo Roberto Maria Radaelli e il Direttore di Caritas Italiana don Francesco Soddu. Qui il video dell’udienza.

Nel suo discorso il Santo Padre ha indicato tre vie, tre strade su cui proseguire il percorso: la via degli ultimi, la via del Vangelo e la via della creatività ed infine ha voluto ringraziare i tanti sacerdoti, operatori e volontari che in occasione della pandemia hanno intensificato i propri sforzi alleviando la solitudine, la sofferenza e i bisogni di molti . Qui il discorso di Papa Francesco.

Per la Caritas Diocesana di Patti erano presenti: il segretario Andrea Sturniolo ed i volontari Gabriele Miceli e Chiara Sturniolo.

Caritas Diocesana di Patti, acquistato un furgone ibrido a basse emissioni con il contributo di Caritas Italiana

Da sx a dx: Andrea Sturniolo (Segretario della Caritas Diocesana di Patti) e Natale La Malfa (rivenditore Ford)

Da oggi la Caritas Diocesana di Patti avrà una marcia in più!! Grazie al contributo di Caritas Italiana (Fondo CEI 8X1000 Italia 2021) è stato possibile acquistare un Ford Transit Custom EcoBlue Hybrid.

Con l’Enciclica Laudato Si, Papa Francesco ci esorta ad adottare nuovi stili di vita ed un approccio di ecologia integrale perché tutto è connesso: ambiente naturale, società, istituzioni, culture ed economia. Vivere la vocazione di essere custodi dell’opera di Dio è parte essenziale di un’esistenza virtuosa e non costituisce qualcosa di opzionale e nemmeno un aspetto secondario dell’esperienza cristiana. Deve essere compito di ciascuno di noi custodire il Creato, la casa comune, per dare un futuro alle nuove generazioni.

La scelta del mezzo, indispensabile per le attività e i servizi caritas, non è stata quindi casuale: grazie al motore elettrico alimentato a batteria che fornisce supporto aggiuntivo al motore a combustione quando è necessario, non solo contribuiremo alla riduzione del consumo di carburante ma anche delle emissioni di CO2 nell’atmosfera.

Il sistema di sedili posteriori, inoltre, consente numerose opzioni di configurazione per sedili e bagagliaio; i sedili, infatti, possono essere ripiegati, abbassati, stivati o rimossi totalmente ed indipendentemente l’uno dall’altro e questo ci permetterà di trasportare non solo persone (9 posti) ma anche beni di prima necessità come generi alimentari, indumenti o farmaci.

Grazie agli incentivi e alle agevolazioni previste per l’acquisto di mezzi ibridi a basse emissioni ambientali, saremo anche esenti dal pagamento del bollo per tre annualità.

Tutti possiamo collaborare come strumenti di Dio per la cura della creazione, ognuno con la propria cultura ed esperienza, le proprie iniziative e capacità” (Papa Francesco)

III Convegno Diocesano per le Persone con Disabilità (12 e 13 luglio 2021)

Il 12 e 13 luglio si svolgerà, presso il Villaggio della Speranza nel Comune di Gioiosa Marea, il III Convegno Diocesano per le persone con disabilità promosso dalla Diocesi di Patti con la collaborazione degli uffici diocesani caritas, catechistico e liturgico e della “Fondazione Villaggio della Speranza – Il Dopo di Noi Onlus”.

Il convegno che sarà presieduto dal Vescovo di Patti Mons. Guglielmo Giombanco ed avrà come tema “La persona con disabilità nella comunità cristiana” è rivolto ai Parroci, ai responsabili parrocchiali dei gruppi caritas, alle famiglie con figli disabili, ai responsabili di associazioni che si occupano di persone disabili e che operano nel territorio diocesano.

A condurre i lavori sarà don Fabio Marella vicedirettore della Caritas Diocesana di Firenze, responsabile O.d.a. Firenze e Cappellano dell’Ospedale Meyer di Firenze. Seguiranno le testimonianze di Salvatore e Loredana Maniaci e della dott.ssa Simona Ceraolo.

Alle due giornate si potrà partecipare sia in presenza nel pieno rispetto della normativa anti-covid (dalle ore 9.00 alle ore 13.00) che in modalità on line (dalle ore 10.00 alle ore 11.00) attraverso i canali di comunicazione della Diocesi di Patti e della Caritas Diocesana di Patti.

Sicilia: il Progetto Policoro incontra don Francesco Soddu, Direttore di Caritas Italiana

Giorno 15 giugno 2021, alla presenza di S.E.R. Mons. Giuseppe Marciante, Vescovo della Diocesi di Cefalù e per la CESI delegato per i problemi sociali e il lavoro, gli Animatori di Comunità, i Direttori e i membri delle equipe diocesane afferenti al Progetto Policoro hanno incontrato, online, don Francesco Soddu, Direttore di Caritas Italiana.

Rileggere gli obiettivi del Progetto alla luce del nuovo scenario ecclesiale e sociale. Questo l’obiettivo principale dell’incontro, che ha visto una grande partecipazione con diversi interventi e tanti spunti di riflessione, in un clima sereno e cordiale.

Per la Diocesi di Patti erano presenti: Andrea Sturniolo, Segretario della Caritas Diocesana, Gabriele Miceli e Dario Botta, i due Animatori di Comunità del Progetto Policoro.

Città del Vaticano, Papa Francesco incontra i giovani del Progetto Policoro

“Non siate superficiali, volate alto!”

Con queste parole ha avuto inizio il 39° Corso di Formazione Nazionale del Progetto Policoro (online, 01 – 04 giugno 2021) che ha visto la partecipazione degli Animatori di Comunità di tutta Italia.

Nei primi tre giorni di formazione, gli Animatori di Comunità di primo anno si sono addentrati nell’articolato mondo dell’Economia Civile mentre gli Animatori di Comunità di terzo anno, hanno approfondito il piano d’impresa nelle sue diverse fasi. Questa parte di formazione ha visto il diretto coinvolgimento, con contributi di grande spessore, della Scuola di Economia Civile e di Confcooperative Nazionale.

Nel quarto giorno, Ignazio Punzi ha proposto a tutti gli AdC una profonda riflessione dal titolo “”Dalla Im-munitas alla Com-munitas – Resistenza, resilienza o rinascenza?

Nel quinto giorno (05 giugno 2021), una delegazione di Animatori di Comunità ha incontrato in Vaticano, nella Sala Clementina, il Santo Padre in occasione del 25° anniversario del Progetto Policoro.

Cari giovani, alla scuola del magistero sociale della Chiesa, voi siete già segni di speranza. La vostra presenza nelle diocesi possa aiutare tutti a comprendere che l’evangelizzazione passa anche attraverso la cura del lavoro. I 25 anni del Progetto Policoro siano una ripartenza. Vi incoraggio a sognare insieme per il bene della Chiesa che è in Italia. E vi incoraggio a fare chiasso. I giovani devono fare chiasso”.
Papa Francesco, rivolto agli Animatori di Comunità del Progetto Policoro (05 giugno 2021)

Nella foto, l’affiatata delegazione siciliana presente all’incontro con il Santo Padre, a cui vanno i nostri più sinceri ringraziamenti.

Discorso integrale di Papa Francesco ai giovani del Progetto Policoro