Incontro della Delegazione Regionale Caritas Sicilia con il direttore di Caritas Italiana don Francesco Soddu

Giorno 19 febbraio 2021 si è svolto il consueto incontro della Delegazione Regionale Caritas Sicilia con Caritas Italiana.

Dopo la preghiera iniziale e il saluto dell’Arcivescovo S.E. Mons. Giovanni Accolla e l’introduzione ai lavori del Delegato Regionale Giuseppe Paruzzo, è intervenuto il direttore di Caritas Italiana don Francesco Soddu.

Durante l’incontro i diversi direttori si sono confrontati su quello che è il ruolo della caritas in vista del 50° di fondazione e sulle scelte che dovremmo percorrere per il futuro, avendo sempre come punto di partenza imprescindibile in ogni nostra azione: i bisogni della comunità, i poveri, il servizio, la giustizia e la prevalente funzione pedagogica.

Alla riunione, che si è svolta on line a causa della pandemia, hanno partecipato il Direttore don Leonardo Maimone e gli operatori caritas Andrea Sturniolo e Gabriele Miceli.

Programma PO I FEAD, nuovo magazzino della Caritas Diocesana di Patti presso la Chiesa San Francesco d’Assisi di Sant’Agata Militello

Nella foto il Vescovo Gugliemo, padre Gaetano Franchina, padre Basilio Scalisi, il segretario della caritas Andrea Sturniolo ed i volontari Gabriele Miceli, Giuseppe Sturniolo e Fiore Cecere. 

La Caritas Diocesana di Patti da oltre 10 anni, aderisce al Programma Europeo per la fornitura di prodotti alimentari e/o assistenza materiale di base alle persone in condizioni di povertà (PO I FEAD), programma gestito in Italia da AGEA (Agenzia per le erogazioni in agricoltura) ente statale strumentale al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ed in Europa dalla Commissione Europea. La Caritas Diocesana, in quanto Organismo Partner Capofila (OpC) coordina le attività di stoccaggio e distribuzione dei prodotti alle diverse Parrocchie affiliate (Organismi Partner Territoriali) che a loro volta, attraverso il prezioso lavoro dei parroci e dei numerosi volontari distribuiscono gli aiuti alimentari e offrono misure di accompagnamento sociale alle persone in condizioni di indigenza.

Lo scorso 28 settembre sono ufficialmente partiti, presso la Chiesa San Francesco d’Assisi di Sant’Agata di Militello, i lavori di realizzazione di un magazzino diocesano per lo stoccaggio e la distribuzione di generi alimentari destinati alle famiglie più bisognose. I lavori si sono resi necessari a causa della crisi sanitaria e sociale legata alla diffusione del virus Covid-19 che ha aggravato enormemente le già esistenti situazioni di povertà aumentando, in poco tempo, le richieste di aiuto. L’intervento progettuale è stato possibile grazie al contributo di Caritas Italiana (Fondo Cei 8xmille Italia 2020) e alla compartecipazione della Diocesi di Patti.

Il precedente magazzino, ubicato nel comune di Patti, risultava avere, infatti, una limitata capienza di stoccaggio ed inoltre, risultava essere eccessivamente distante da alcune Parrocchie della Diocesi. La Chiesa San Francesco d’Assisi di Sant’Agata di Militello, trovandosi esattamente al centro dell’intero territorio diocesano, risulterà facilmente raggiungibile dai volontari delle diverse  Parrocchie che verranno a prelevare periodicamente le merci da distribuire.

don Gaetano Franchina

     “Colgo l’occasione per ringraziare il mio amato parroco don Gaetano Franchina deceduto lo scorso 31 dicembre 2020 e che ha servito con amore per quasi 30 anni la sua Parrocchia. Come ha ricordato il Vescovo Guglielmo durante la messa esequiale, – dichiara il Segretario della Caritas Diocesana Andrea Sturniolopadre Franchina ha sempre dimostrato una grande e generosa disponibilità nei confronti dei più poveri che in questo tempo di pandemia sono cresciuti in modo esponenziale. Quando gli è stato chiesto di mettere a disposizione alcuni locali della Chiesa San Francesco d’Assisi per la realizzazione di un magazzino più ampio e di tanti altri servizi della Caritas Diocesana di Patti, che prenderanno il via nel 2021, ha accettato immediatamente. Quest’anno la Caritas Diocesana di Patti compie 40 anni dalla sua costituzione e tra i soci fondatori figurava proprio padre Gaetano come responsabile alle micro-realizzazioni diocesane”.

     Lo scorso 18 gennaio, si sono chiusi i termini per la presentazione delle domande di affiliazioni e per il 2021 saranno 35 le strutture affiliate alla Caritas Diocesana di Patti distribuite in 29 Comuni della Diocesi. Grazie all’attività degli operatori della Caritas Diocesana, alla disponibilità dei parroci e dei tanti volontari è stato possibile aiutare mensilmente, secondo i dati raccolti limitatamente al Programma PO I FEAD e relativi all’anno 2020, 750 famiglie per un totale di 2.879 soggetti. I prodotti AGEA distribuiti durante il 2020 ammontano, invece, ad un totale di circa 130.000 chili.

DIOCESI DI PATTI – Dario Botta nuovo Animatore di Comunità del Progetto Policoro

Da sx a dx: Dario Botta (AdC 1° anno) e Gabriele Miceli (AdC 3° anno)

A dicembre del 2020, come previsto dal progetto, è stato scelto il nuovo Animatore di Comunità di primo anno della Diocesi di Patti: Dario Botta.

Il nuovo Animatore, insieme all’Animatore di terzo anno Gabriele Miceli, svolgerà il proprio ruolo all’interno dell’Ufficio Coordinamento della Caritas Diocesana di Patti ubicato presso i locali della Chiesa San Francesco di Sant’Agata Militello.

L’emergenza sanitaria legata alla diffusione del virus Covid-19 ha rallentato le diverse attività previste dal Progetto Policoro nel territorio della Diocesi Patti e ha costretto, gli AdC di tutta Italia, a realizzare gran parte dei propri momenti formativi sulle piattaforme online.

I due Animatori di Comunità di Patti hanno l’importante compito di creare sinergie con le Istituzioni pubbliche e private, con le imprese e con il mondo del Terzo Settore presenti sul territorio. Il Progetto Policoro mira ad offrire alle Chiese locali strumenti ed opportunità per affrontare il problema della disoccupazione giovanile, in un’ottica di sinergia e di collaborazione reciproca.

Altro fondamentale obiettivo è quello di conoscere ed incontrare i giovani della Diocesi, di scoprire i loro sogni e le loro aspirazioni, di promuovere i loro talenti, di raccogliere proposte per valorizzarle, di costruire un laboratorio di idee per progettare con loro e per loro.

Gli auguri di Natale del Vescovo Guglielmo alla Diocesi

Carissimi Amici,

       siamo a Natale sempre caro ed atteso nonostante il tempo di difficile che stiamo vivendo a motivo della pandemia causata dal Covid – 19 che ha messo a dura la prova tutta l’umanità. In questa umanità ferita, preda dalla paura e contrassegnata dall’incertezza e dalla provvisorietà, irrompe la lieta notizia recata ai pastori dall’Angelo del Signore nella notte di Natale: «Non temete: ecco, vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato per voi un Salvatore, che è Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, adagiato in una mangiatoia…Appena gli angeli si furono allontanati da loro, verso il cielo, i pastori dicevano l’un l’altro: «Andiamo dunque fino a Betlemme, vediamo questo avvenimento che il Signore ci ha fatto conoscere» (Lc 2, 10.15). Sono parole che contengono un messaggio di speranza per tutta l’umanità.

       Un messaggio che invita ad avere coraggio a non temere perché Dio viene a condividere la nostra vita e ha insegnarci che la paura, le difficoltà, le sofferenze si superano non restando chiusi nel proprio egoismo, ma insieme aprendoci agli altri e vivendo la gratuità dell’amore nel servizio attraverso gesti di solidarietà.  Natale è festa di solidarietà tra Dio e l’uomo e anche tra gli uomini tra di loro guidati dalla luce dell’amore che si diffonde dalla grotta di Betlemme. Questo è Natale: una notte che si trasforma in luce per illuminare la nostra vita e ricordarci la certezza incrollabile che non siamo più soli, perché Dio è con noi.

Papa Francesco nella preghiera dell’Angelus di domenica scorsa ci ha ricordato:

«Il Natale, ormai vicino, sia per ciascuno occasione di rinnovamento interiore, di preghiera, di conversione, di passi avanti nella fede e di fraternità tra noi. Guardiamoci intorno, guardiamo soprattutto a quanti sono nell’indigenza: il fratello che soffre, dovunque si trovi, il fratello che soffre ci appartiene. È Gesù nella mangiatoia: chi soffre è Gesù. Pensiamo un po’ a questo. E il Natale sia una vicinanza a Gesù in questo fratello e in questa sorella. È lì, nel fratello bisognoso, il presepe al quale dobbiamo recarci con solidarietà. Questo è il presepe vivente: il presepe nel quale incontreremo davvero il Redentore nelle persone che hanno bisogno. Camminiamo pertanto verso la Notte Santa e attendiamo il compiersi del mistero della Salvezza».

       La luce del Natale guidi i nostri passi sulle strade dell’amore perché il Bambino Gesù possa nascere nel cuore di ogni fratello e sorella che incontriamo mentre siamo in cammino verso Betlemme della nostra vita. In questo tempo di Natale lasciamoci raggiungere dall’umiltà e dalla tenerezza di un Dio bambino per rendere la vita bella, luminosa e capace di generare speranza nel cuore dell’uomo.

Auguri amici che ci seguite da lontano, auguri cari fratelli e sorelle della Diocesi: a coloro che sono visitati dalla sofferenza, alle persone sole, alle famiglie che custodite il dono della vita, ai giovani e ai ragazzi. A tutti auguro, con un grande abbraccio fraterno, che la gioia del Natale invada i vostri cuori.  Buon Natale!

                                                                          + Guglielmo, Vescovo

Messaggio del Vescovo di Patti Mons. Guglielmo Giombanco in occasione della IV Giornata Mondiale dei Poveri

Carissimi Sorelle e Fratelli,

Domenica prossima celebreremo la IV Giornata Mondiale dei Poveri forte­men­te voluta da Papa Francesco che nel Messaggio di quest’anno ci invita a tendere la mano a co­loro che hanno bisogno di aiuto.

«Tendere la mano è un segno: un segno che richiama immediatamente alla prossimità, alla solidarietà, all’amore. In questi mesi, nei quali il mondo intero è stato come sopraffatto da un virus che ha portato dolore e morte, sconforto e smarrimento, quante mani tese abbiamo potuto vedere!… La mano tesa di uomini e donne che lavorano per offrire servizi essenziali e sicurezza. Questa pandemia è giunta all’improvviso e ci ha colto impreparati, lasciando un grande senso di disorientamento e impotenza. La mano tesa verso il povero, tuttavia, non è giunta improvvisa. Essa, piuttosto, offre la testimonianza di come ci si prepara a riconoscere il povero per sostenerlo nel tempo della necessità» (Francesco, Messaggio per la IV Giornata Mondiale dei Poveri, 2020).

Le parole del Papa ci invitano ad accrescere la sensibilità del cuore per accor­ger­ci delle ne­cessità dei fratelli ed esprimere nei loro confronti gesti di amore, di prossimità e di solidarietà. Quando facciamo la spesa pensiamo a chi manca del necessario e doniamo quel­lo che possiamo. La solidarietà fraterna ci aiuterà ad affrontare con fiducia questo tempo dif­fi­cile di pandemia e a su­perarlo con l’aiuto vicendevole.

Pertanto esorto tutte le Comunità parrocchiali, Associazioni e Gruppi di Vo­lon­tariato ad intensificare la raccolta di beni di prima necessità per aiutare famiglie in dif­fi­col­tà attraverso “Ceste di solidarietà” poste dinanzi all’altare come segno di condivisione con i fratelli più poveri di ciò che è necessario ed essenziale. Sarà una raccolta straordinaria che attue­remo nella settimana che va da Domenica 15 novembre a Domenica 22. Si potrà con­tribuire anche attraverso donazioni in denaro tramite la Caritas diocesana sul seguente conto bancario: IT 98 E 02008 82380 000300112241.

È opportuno anche diffondere il Messaggio del Papa per pregare e riflettere sul dramma della povertà che assume volti diversi.

Confido molto nella vostra generosità perché attraverso la solidarietà nella cari­tà esprimiamo il volto bello della nostra Chiesa che si prende cura dei suoi figli attraverso ge­sti di amore e di umanità. Vi benedico di cuore.

Patti, 8 novembre 2020                                                                   

+ Guglielmo Giombanco, vescovo

Messaggio del Papa per la IV Giornata Mondiale del Povero

Incontro di formazione regionale online per gli Animatori di Comunità del Progetto Policoro delle diocesi siciliane

Nei giorni 06-07 novembre 2020, si è svolto un incontro di formazione regionale online che ha coinvolto gli Animatori di Comunità del Progetto Policoro delle Diocesi Siciliane.
Nella prima giornata di formazione è intervenuto il dott. Paolo Carilli, Presidente Giovani UCID sez. Angelo Ferro di Messina, sul tema “impresa e innovazione”. Nella seconda giornata di formazione, dopo una ricca riflessione e testimonianza da parte di tutti i partecipanti, gli Animatori in servizio hanno accolto i nuovi Animatori di Comunità che inizieranno, ufficialmente, il loro mandato nel 2021. Ai nuovi Animatori di Comunità vanno i nostri migliori auguri.
Hanno preso parte all’incontro, per la Diocesi di Patti, Gabriele Miceli AdC in carica e Dario Botta, nuovo Animatore di Comunità che inizierà il suo mandato l’anno prossimo.

“La perla di grande valore”, presentata la Lettera Pastorale del Vescovo Mons. Guglielmo Giombanco presso il Santuario di Tindari

Giorno 5 ottobre 2020, presso la Basilica Santuario Maria SS. del Tindari, il Vescovo di Patti Mons. Guglielmo Giombanco ha presieduto l’Assemblea Ecclesiale Diocesana inaugurando il nuovo Anno Pastorale.
Dopo la consueta presentazione e la successiva celebrazione dei Vespri, Sua Eccellenza ha consegnato ai rappresentanti delle diverse realtà ecclesiali della Diocesi la Lettera Pastorale dal titolo “La perla di grande valore“.

Scaricare la terza lettera pastorale “La perla di grande valore.

Delegazione Regionale Caritas Sicilia presso il Federico II Palace Hotel di Enna

Giorno 28 settembre 2020, presso il Federico II Palace Hotel di Enna, si è riunita la Delegazione Regionale delle Caritas della Sicilia. Durante l’incontro, che ha visto la partecipazione del Vescovo Delegato Mons. Giovanni Accolla e del Delegato Regionale Giuseppe Paruzzo, si è discusso di Programmazione annuale, del Progetto Housing First, di Servizio Civile, di Formazione e del Gruppo Europa. Ad introdurre i lavori Maurilio Assenza con una riflessione pastorale sul come vivere questo momento di crisi a causa dell’Emergenza Covid-19. Per la Caritas Diocesana di Patti erano presenti: il Direttore don Leonardo Maimone ed il segretario Andrea Sturniolo.

Riunito il Consiglio Pastorale Diocesano nel salone della Concattedrale di Patti

Giorno 18 settembre 2020, nel salone della Concattedrale “Santi Martiri del XX secolo” di Patti, si è riunito il Consiglio Pastorale Diocesano, presieduto dal vescovo Mons. Guglielmo Giombanco. Nel corso dell’incontro il vescovo ha presentato sinteticamente la sua nuova lettera pastorale dal titolo “La perla di grande valore”, che sarà consegnata alle comunità parrocchiali, ai gruppi, ai movimenti e alle associazioni durante l’Assemblea Ecclesiale Diocesana, che si terrà il prossimo 5 ottobre nella Basilica Santuario di Tindari.

Per approfondimenti leggi l’articolo del sito della Diocesi di Patti.

ENNA – Nasce l’Osservatorio socio-politico della Conferenza Episcopale Siciliana

Giorno 15 settembre 2020, presso il Federico II Palace Hotel di Enna, si è tenuto il secondo incontro per la costituzione di un Osservatorio Socio-Politico che ha coinvolto la Commissione Regionale della Pastorale Sociale e del Lavoro, i Direttori della Pastorale Sociale e del Lavoro, i referenti CRAL (Consulta Regionale Aggregazioni Laicali) e i Delegati indicati da ciascuna Diocesi.
Nell’incontro mattutino riservato ai Direttori era presente, per la Diocesi di Patti, padre Antonio Mancuso Direttore Diocesano dell’Ufficio della Pastorale Sociale e del lavoro. Nell’incontro pomeridiano riservato ai Delegati Diocesani erano presenti, per la Diocesi di Patti, il Prof. Nino Faraci e l’Animatore di Comunità Gabriele Miceli.

Per approfondimenti leggi l’articolo del sito della Conferenza Episcopale Siciliana.